Finanziaria 2010, multe e licenziamenti: “Auguri” a chi vuole fare ricorso

Gli “auguri” bisognerà fare a chi vorrà fare ricorso al giudice di pace contro una multa presa in prossimità di un fotored od impugnare un licenziamento avanti agli ermellini in Cassazione. Sì, perché la legge finanziaria per il 2010 imporrà nuovi oneri fiscali per coloro che intenderanno difendere i propri diritti per queste tipologie di cause: per le prime, ossia i ricorsi al GdP contro le cartelle esattoriali per le contravvenzioni del codice della strada, bisognerà pagare un contributo di 38 euro; per le seconde, ossia nei ricorsi per cassazione contro i licenziamenti, il lavoratore dovrà versare un contributo unificato di 103 euro che, in quanto tale, potrà non essere addebitabile alla controparte in caso di vittoria con beneplacito di spese (Fonte: Il Sole 24 Ore).

Giulio Trementi (foto ispionline.it)

Un altro modo per far cassa o semplicemente la via per dissuadere il troppo ricorso alla formidabile giustizia italiana?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Finanziaria 2010, multe e licenziamenti: “Auguri” a chi vuole fare ricorso

  1. Pingback: notizieflash.com

  2. Pingback: diggita.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...