Ristoranti e Bar, lo scontrino è un optional (?)

Ma non vi capita mai di dover chiedere lo scontrino fiscale in ristoranti o bar? A me sempre più spesso.

Un paio di mesi fa sono andato in pizzeria vicino casa, ordino e pago le pizze da asporto. Arrivo a casa, mangio e più tardi svuoto il portafogli dalla cartaccia. Trovo lo scontrino “non fiscale” della pizzeria. Telefono e chiedo spiegazioni, mi rispondono che “forse la ragazza ha premuto il pulsante sbagliato”. Chiedo se è una burla e minaccio di chiamare le mitiche Fiamme Gialle qualora ciò riaccada in futuro. Lo so, sono un rompicoglioni, ma è giusto così.

Dieci giorni fa, pizzata con gli amici (altro ristorante). Paghiamo sulla base della nota di riepilogo (quella con le voci di spesa e il totale), poi mi tocca domandare la ricevuta altrimenti anche lì non sarebbe seguito nulla di fiscale al pagamento.

Stessa cosa sabato scorso al bar.

Infine a Capodanno, ristorante fuori città. Paghiamo e chiedo lo scontrino. Il titolare mi risponde che “è lì” indicando la famosa nota di riepilogo. Gli chiarisco che quello è “documento non fiscale” come espressamente in esso riportato. Ottengo lo scontrino fiscale e probabilmente qualche silenzioso insulto.

E la serie non si esaurisce qui. Però che palle!! Ok, passatemi il linguaggio, ma non è possibile. Ormai lo scontrino fiscale sta diventando un optional.

Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.