Forza Italia, rialzati…

…se riuscirai ancora a farlo fra cinque anni, se avrai ancora forza nelle gambe!

L'Italia è di Destra (img Mauro Biani, 2008)

L’esito delle elezioni era un po’ scontato, anche se non per tutti. La vera sopresa è tripla: l’allontanamento della Sinistra radicale (antagonista o altra denominazione, a vostra preferenza); la crescita di consenso della Lega; il raddoppio per Italia dei valori.

Tutto questo deve far pensare, ma anche gioire perché forse queste sono le basi per una buona governabilità: e con buona non intendo “dai risultati positivi” ma dal fatto che il tira-molla sarà più difficile.

Nonostante preferissi un governo mancino, speriamo che il Pdl duri tutta la legislatura (?!?). E speriamo che faccia cose positive, partendo da una mera continuazione del risanamento dei conti pubblici avviato dal governo Prodi con Padoa Schioppa (risultati riconosciuti anche dal Fondo monetario internazionale), ma anche passando dalle riforme utili in materia di lavoro – fondamentale la sicurezza sul lavoro, mantenendo inalterato il testo unico appena varato e perseguendo gli obiettivi di questo, soprattutto la vigilanza – e cercando di soddisfare le necessità dei cittadini (sicurezza in città, potere d’acquisto, ecc.)

Se l’operato sarà buono, ne saremo tutti contenti. L’importante è serietà, legalità e correttezza, nessuna legge ad personam, lotta alle mafie, lotta all’evasione. Seguire le priorità secondo uno schema di ragionevolezza e fattibilità, meno demagogia. Rispetto dei cittadini e della Costituzione della Repubblica italiana.

Possibile tutto ciò?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Forza Italia, rialzati…

  1. Pingback: notizieflash.com

  2. alex ha detto:

    tu pensi che uno che ha precedentemente governato per 6 anni e non ha mai partecipato come presidente del consiglio alle manifestazioni del 25 Aprile abbia lo spirito di rispettare la Costituzione

  3. Squeeze ha detto:

    Sono d’accordo con Alex, purtroppo. Come letto altrove, da quando si insedierà Lui non ci saranno più la criminalità, il carovita, il brutto tempo…almeno a guardare i vari Fede&studio aperto.

  4. PreZ ha detto:

    Come mai in Italia entrano in Parlamento dei fenomeni da baraccone? Come mai l’elettore parla contro la “casta” e manda in Parlamento uno che si faceva i giri in montagna con l’elicottero di stato? Vediamo…oggi le notizie più lette del Corriere sono:

    Camera:elenco degli eletti
    Senato:elenco degli eletti
    Berlusconi:la lega non comanderà
    Lapo Elkann è innamorato della cugina

  5. LPR ha detto:

    > L’importante è serietà, legalità e correttezza, nessuna legge ad personam, lotta alle mafie, lotta all’evasione.

    BOOOM

    Chiedere queste cose ad un governo berlusconi è come chiedere ad un concorrente di Amici di recitare a memoria il canto VI della Divina Commedia mentre sta leggendo l’ennesimo sproloquio pro-life di sul Foglio – più o meno

  6. Johnny ha detto:

    possibile tutto ciò? speriamo di si…
    Però adesso guai a lui se non toglie bollo auto e ici….!!!

  7. Squeeze ha detto:

    Grazie del commento da me. Sul fatto delle promesse terra-terra, hai pienamente ragione. Parlare sei mesi di Dico, Pacs e Ru486 non porta voti, al massimo queste possono essere cose accessorie. Ma se le cose per cui ti batti veramente come Governo (mi vengono in mente le privatizzazioni) non vanno in porto, non ci si fa una bella figura. Una buona cosa l’ha detta Almunia, sul fatto che “l’Italia deve continuare sulla strada intrapresa da Prodi”, per quanto riguarda i conti pubblici. Chissà se riusciremo un po’ a tirarci fuori dalle sabbie mobili.

  8. Elio ha detto:

    Ma con luxsuria pernsavate di vincere?

  9. Squeeze ha detto:

    Luxuria è molto più preparato di tanti altri parlamentari, vedi proprio quella Elisabetta Gardini che tanto gli ha rotto le palle. Toh, Confalonieri rinviato a giudizio per frode fiscale.

  10. Maccio ha detto:

    Mi turba un po’ che si confonda un buon governo con la governabilità… le due cose purtroppo non vanno avanti di pari passo e abbiamo la prova nei precedenti 5 anni di governo Berlusconi. Anche in quel caso la governabilità non era in discussione, eppure non possiamo certo parlare di un buon governo, infarcito di leggi ad personam, di leggi contro il lavoro ed i lavoratori, di leggi contro la dignità e la libera determinazione delle donne,…
    Insomma la governabilità non implica automaticamente un buon governo e quindi credo che ci sia da preoccuparsi molto.
    Infine una piccola notazione sull’ICI. L’abolizione di questa tassa locale non farà altro che eliminare la progressività delle tasse locali. Ovvero le imposte comunali diventeranno regressive, cioè chi ha di più pagherà meno tasse di chi ha di meno…

  11. antonio_taccone@alice.it ha detto:

    Infatti: finché ci sarà gente che paga l’affitto (o che non ha affatto una casa), “abolire l’ICI” è solo un insulto alla miseria. Come per il bollo auto: se hai una “Mille” l’elemosina è di otto euro al mese, mentre se hai una Maserati, più un fuoristrada enorme, più una limousine accessoriatissima, il risparmio può equivalere ad un intero stipendio. Quanto al fatto che la “governabilità” (da qualunque parte politica) sia già meglio che niente, io non mi rassegno a pensare quanto segue: che l’Italia sia l’unico paese al mondo dove domani “putacaso” un truffatore, forte dei soldi che ha truffato e dell’impero mediatico che ha messo su in regime di monopolio illegale, va al potere e fa abolire il reato di truffa.
    E adesso vedremo se il Grande Prestigiatore (il re del Bluff), oltre a far scomparire la criminalità, il carovita e il brutto tempo, saprà anche aspirare via la spazzatura dalle strade della mia città. Certe volte, per come gonfia il petto, somiglia proprio a un aspirapolvere gigante.

  12. antonio_taccone@alice.it ha detto:

    Qualcuno, mi pare, stava parlando di Luxuria. Non è certo peggiore della Pivetti “seconda maniera”, quella che compariva pelata in televisione a condurre una trasmissione relativa al TRUCCO (quello che c’è e si vede). A proposito, hai notato una differenza fondamentale tra i politici di destra (di “questa” Destra…) e di sinistra quando compaiono in TV? Se non sapessi di che parte sono, puoi distinguerli a prima vista con un sistema infallibile! I politici di sinistra, TUTTI, guardano prevalentemente in faccia all’intervistatore, come di solito si fa in un dialogo; quelli di destra, TUTTI, guardano dritto alla telecamera (cioè a noi che stiamo da quest’altra parte), come se volessero ipnotizzarti. Così fanno perfino Schifani e Buonaiuti, che non sono certo telegenici, così fa ovviamente il grande capo (che si rende telegenico con ceroni e lifting) e così, naturalmente, quella macchietta di La Russa. In effetti si tratta di una vecchia tecnica pubblicitaria, vedi in particolare un tale che va su Mediaset a reclamizzare la sua Finanziaria o la sua banca, non ricordo bene, qualcosa che comunque è affiliata all’Impero. Fino a quando dovremo sopportare chi ci tratta da imbecilli, facendo di tutto per rimbecillirci?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...