Le novità di gennaio: ci siamo quasi

Ci siamo quasi. A che cosa? Alla laurea.

In questo periodo ho trascurato un po’ il blog perché mi sono dovuto sgaggiare per terminare gli ultimi esami, così da potermi laureare alla fine di febbraio (incrociate le dita!), altrimenti sarei stato costretto ad andare fuori corso e non ne avevo proprio voglia considerata tutta la fatica fatta per rimanere in pari nonostante abbia sempre lavorato (prima come informatico e ora come praticante consulente del lavoro). E’ stata una corsa contro il tempo, e forse non solo… ma ce l’ho fatta e ovviamente sono super contento!

Adesso sto scrivendo la tesi in Diritto comparato del lavoro ed ovviamente non una semplice tesina come avrei potuto fare, perché sono masochista come mio solito: una tesi(na?) di ricerca nella quale sto esaminando l’incorporazione del diritto comunitario del lavoro nel nostro ordinamento per quanto concerne alcune norme in materia sicurezza (ulteriori informazioni ve le darò a risultato ottenuto). Spero di riuscire nel mio intento e di fare un buon lavoro.
Per le due tesine orali, invece, sono già a posto: l’una in Diritto dell’Unione europea su un argomento assegnatomi, l’altra in Economia aziendale dove ho elaborato un mio discorso sul concetto di leadership e di collaborazione nell’impresa.

Per potermi dedicare adeguatamente alla tesi ho dovuto optare per restare a casa il pomeriggio, ringraziando lo Studio in cui svolgo la pratica per la concessione consapevoli dell’importanza di terminare presto questo percorso di studi. D’altronde anche questo rientra nel concetto di flessibilità e collaborazione… Sono piccole cose che fanno la differenza.

Bene, ora vi ho spiegato che sto combinando in questo periodo, quindi siete informati sul perché scrivo poco sul blog. Ma non temete, appena potrò tornerò a farmi vivo 😉

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Le novità di gennaio: ci siamo quasi

  1. GG ha detto:

    Cacchio, in bocca al lupo! Da “collega” e da blogger! 😀

  2. Mauro ha detto:

    Dita incrociate, tienici informati!

  3. Carissimo Luca,

    ho molto piacere di leggere queste tue righe — giungono mentre studio per l’ultimo esame della mia carriera universitaria, il monografico di diritto del lavoro, un inedito di Dell’Olio.
    Spero — ne sono sicuro! — che tutto vada per il meglio. E aspetto di leggere la tua tesi su queste pagine!

  4. laura ha detto:

    grande Loud, buona fortuna! o meglio mi sembri proprio pronto a raccogliere i frutti di tanto duro lavoro!

  5. domenico ha detto:

    in bocca al lupo allora…

    espertone.blogspot.com

  6. Crotti Fabrizio ha detto:

    I filibustieri della mia ex azienda hanno fatto valere la mia lettera di dimissioni estorta al momento di assumermi, datata da loro 29 febbraio, è valida secondo te?
    Complimenti alla tua disponibilità.

  7. Loud ha detto:

    Fabrizio, in linea di principio le dimissioni estorte non sono valide perché nulle, ma ovviamente eccepire la nullità per vizio nella volontà non è così semplice (e va fatto in sede giudiziaria). Puoi comunque tutelarti rivolgendoti alla Direzione provinciale del lavoro o al Sindacato.

    Considera che quelle dimissioni varranno presumibilmente dal 29 febbraio (data firma in bianco) sino al termine del periodo di preavviso disposto dal Ccnl, dopodiché difficilmente potranno essere fatte valere perché, insomma, fra 3-4 mesi come si fa a dire che avevi rassegnato le dimissioni il 29 febbraio?? In quel caso sarebbe difficile per la ditta provare la vericità di quelle dimissioni…

    Se hai timore per il tuo posto di lavoro, puoi fare una segnalazione alla DPL per far loro sapere che non hai rassegnato dimissioni ma che te le hanno estorte, così da inficiare gli effetti dell’utilizzo di quel modulo. Se però le hai scritte di tuo pugno loro potrebbero replicare che le hai scritte davvero tu e, salvo loro accettazione, non puoi revocarle essendo giunte a conoscenza del destinatario. Insomma, si apre un contenzioso e sinceramente non so quanto ne valga la pena. Forse meglio cercarsi un nuovo lavoro presso un datore di lavoro più onesto. Ti faccio i miei migliori auguri. Torna a trovarmi per farmi sapere, ok?

    Ciao
    Luca

  8. Loud ha detto:

    dimenticavo: sulle dimissioni trovi sul blog un articolo che riguarda proprio la legge n. 188/07

  9. Elio ha detto:

    Ciao dott. Luca, auguri per la tua laurea, se puoi mandami qualche foto dell’evento.
    Il tuo blog è carino ma potresti migliorarlo
    parlando del prossimo primo ministro (Berlusconi) e
    del futuro governatore della sicilia (R. Lombardo).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...