Indulto flop e lacrime di coccodrillo

Come volevasi dimostrare:

Roma, 22 set. – (Adnkronos) – “L’indulto non è stato un errore, ma una catastrofe. Le carceri dopo appena un anno sono tornate già piene e morti assassinati dai delinquenti usciti grazie all’indulto ora si rivoltano nella tomba”. Lo afferma, in una nota, il vice presidente del Senato e coordinatore delle segreterie nazionali della Lega Roberto Calderoli.

Una nota troppo forte? Forse, comunque rende bene l’idea. Inoltre mi piace il commento di Fini quando invita i sostenitori dell’indulto a “non piangere lacrime di coccodrillo“. Se Mastella ha ancora la convinzione che l’indulto sia stato davvero necessario ed effettivamente un buon provvedimento, allora mi scriva pure le sue considerazioni e trovi buone motivazioni a difesa di quella legge tanto contrariata dai cittadini. Ma preannuncio: non mi basta sentir dire che il 38% dei delinquenti sono extracomunitari e la causa è la legge Bossi-Fini, perché il risultato non cambia: le carceri sono di nuovo affollate nonostante i numerosi sconti di pena.

Per curiosi e interessati all’argomento, lascio i link a due miei vecchi post:

Tags: , ,

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Indulto flop e lacrime di coccodrillo

  1. francesco ha detto:

    Ciao Loud e complimenti per il blog.Quanto all’indulto sono convinto anche io,come ho sostenuto in un post recente sulla sicurezza,che sia stata una tragedia all’italiana!!!
    Un’altro passo verso il disastro che questa classe politica(opposizione e maggioranza)sta combinando nel nostro sempre più deteriorato.Ti aspetto sul mio blog.

  2. FulviaLeopardi ha detto:

    notare come certe affermazioni vengano da esponenti di FI che hanno votato l’indulto, tra l’altro

  3. controcopertina ha detto:

    ciao Luca,
    ti rubo questo spazio per segnalarti telegraficamente che siamo tornati, su http://www.controcopertina.it

    se aggiorni il link ci fai un grosso favore. noi dobbiamo ancora sistemare i nostri, ma naturalmente resterai tra i nostri preferred.

    a rileggerci presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...