Privilegi fiscali della Chiesa

L’articolo di oggi sul Corriera della Sera in merito all’abolizione dei privilegi fiscali concessi alla Santa Sede (ICI, 8 per mille) e alla proposta di introduzione di aliquote di tassazione per le attività non propriamente religiose o di utilità sociale ma, più che altro, commerciali esercitate dagli enti di culto, ha attirato la mia attenzione. Il mio parere? Opportuno questo intervento di Paolo Cento dei Verdi; finalmente qualcosa che orienti il paese ad una egualità sociale e fiscale nonché ad uno Stato laico. I Patti Lateranensi non dovrebbero esistere per ottenere dallo Stato italiano dei privilegi bensì per regolamentare i rapporti tra queste due entità conviventi sul medesimo territorio, altrimenti può anche concludersi la vita di questi accordi…

Tags: , ,

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Varie. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Privilegi fiscali della Chiesa

  1. supramonte ha detto:

    ben detto, è una delle poche volte che ci troveremo d’accordo con un no-global! 😉

  2. raser ha detto:

    quoto supra 😉

  3. Maccio ha detto:

    sottoscrivo 🙂

  4. taniamaria ha detto:

    concordo pienamente

  5. Enrico ha detto:

    E’ stato appen pubblicato un Decreto del Presidente del Consiglio che assegna i soldi dell’otto per mille dai cittadini destinati allo Stato. Ebbene, sapete tra i progetti finanziati cosa ci sono? Numerose Chiese, monasteri, e chi più ne ha più ne metta; perfino 100.000 euro per l’archivio storico degli scouts cattolici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...