Lavoro irregolare in sei imprese su dieci

L’indirizzo dato dal ministro del lavoro Cesare Damiano si sta dimostrando efficace: in sei imprese su dieci è emerso il lavoro irregolare (qui i dati in pdf). Se c’è la vera intenzione di scovare gli imprenditori che assumono manodopera sommersa, questa è la dimostrazione che ci si può riuscire. Basta avere un ministero del lavoro che dia l’indirizzo giusto e le risorse (economiche e di personale ispettivo) perché ciò avvenga. Damiano l’ha fatto e ha già annunciato l’assunzione di nuovi ispettori, perché creare sanzioni senza poi attuare i controlli serve a ben poco. Ma questo governo ha deciso di darci un taglio. Così da bloccare, almeno in parte, il lavoro nero e recuperare i contributi omessi (a danno della collettività) dai datori di lavoro disonesti. Sì, perché trattasi di disonestà imprenditoriale.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in BG Welfare. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Lavoro irregolare in sei imprese su dieci

  1. Maccio ha detto:

    Primi passi importanti, speriamo ci sia la volontà politica di dare continuità a questa impostazione e che non si lasci cadere il tutto nel nulla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...