Politica estera? D’Alema se le suona e se le canta: bocciatura al Senato, si va a casa

immagine di Mauro Biani

Io credo fossimo sulla strada giusta, prima di inciampare nella politica estera.

Il D.L. 7/07 sulle ultime liberalizzazioni, in vigore da questo mese, portava un’aria fresca sul territorio (dai canoni telefonici all’estinzione automatica e gratuita delle ipoteche); il DDL sul lavoro appena pubblicato avrebbe portato ulteriori novità positive sul mercato, dall’obbligo maggiore di comunicazioni per il controllo della regolarizzazione alla presunta semplificazione per le posizioni regolari; la previsione sulle imprese (contenuta sempre nel D.L. 7/07) semplificava l’avvio di attività imprenditoriali e, in legame con il sistema telematico ormai avviato, agevolava il controllo da parte degli enti preposti e riduceva i tempi utili alle pratiche, migliorando il fronte della burocrazia.

Se il governo Prodi cadrà definitivamente potremo dire addio a queste innovazioni, che andavano nel verso giusto unitamente alla manovra della finanziaria con cui, per la prima volta, si andavano a colpire davvero gli evasori a beneficio del Paese.

Cito una nota del Premier Romano Prodi (tratta da Repubblica):

“Un altro mandato al buio non lo accetto, sia chiaro. Il mandato deve essere blindato. Resto, se ho la certezza di avere una maggioranza di ferro e se voi mi darete più autonomia. Dovete mettervi in testa che questo Paese ha bisogno di essere governato da questa maggioranza. Punto e basta. Io non sto qui a pietire. Per quanto mi riguarda, poi, la maggioranza non cambia. Se no, si va al voto”

Non ho altro da aggiungere, salvo che D’Alema se le suona e se le canta da solo! 😦
__________________
L’immagine è di Mauro Biani, tratta da “Per gli uomini che non devono chiedere, mai

Tags: , , , , , ,

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Politica estera? D’Alema se le suona e se le canta: bocciatura al Senato, si va a casa

  1. Johnny ha detto:

    Sono d’accordo, anche se quest’ultima finanziaria mi è sembrata un po troppo drastica… cmq le linee guida mi sembrano buone.
    Sai cosa credo? Che probabilmente la caduta del governo Prodi non è altro che il risultato di una tensione politica nata già qualche settimana fa. Non ti sembra un caso, che le dimissioni di Prodi avvengono con qualche settimana di distanza dal “diktat” di Ruini sui Di.Co.? Non so… forse mi sbaglio… ma secondo me c’è sotto molto più di quello che vogliono far vedere…

  2. Emmebi ha detto:

    Sei sicuro che abbiano abolito i canoni telefonici? A me risultavano solo i costi di ricarica. La tassa d’abbonamento sui cellulari mi sembra invariata, cosi’ come il canone dell’ex monopolista Telecom. Ma posso sbagliarmi (anzi ne sarei contento).

    Visto come stanno le cose devo concordare con Johnny. Mi sa molto di caduta ad hoc per far sparire i Dico e per vincolare la sinistra estrema alle scelte di Prodi (tipo Tav).

  3. O.T.: Luca ti ho appena linkato 😉
    Ciao

  4. Loud ha detto:

    @Emmebi:
    credo tu abbia perfettamente ragione.
    Il termine “canoni telefonici” da me utilizzato è equivocabile in quanto io intendevo, con esso, riferirmi al canone di ricarica (l’importo aggiunto sopra alle ricariche per cellulari), al pari dell’art. 1 del D.L. 7/07. Tale decreto, peraltro, fa riferimento alla telefonia fissa solo per quanto concerne il diritto di recesso e trasferimento senza costi e con preavviso non superiori a 30 gg.

    Purtroppo, quindi, rimaniamo obbligati al canone Telecom che anche a me infastidisce molto…
    Sempreché non si decida da passare ad altro gestore quale “Operatore unico” e quindi disdire l’abbonamento Telecom tenendo attivo solo l’abbonamento con il nuovo gestore. Purtroppo però non conosco nessuno che l’abbia già fatto (salvo chi ha cambiato operatore ma sia rimasto attivo anche con Telecom, quindi pagando il canone) e quindi non so ancora se ci si possa affidare… sigh! sigh!

    Luca

  5. Loud ha detto:

    @Emmebi – parte 2a:
    Per la cronaca, se vado a vedere come esempio Tele2 e faccio un abbonamento alla fine tendo ad avvicinarmi ai costi Telecom, almeno per me che uso poco il telefono, quasi come se il canone Telecom lo pagassimo a Tele2 che poi lo gira a Telecom… Ma magari è solo una mia impressione…
    Mmm, per ora non mi fido molto.

    Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...