Il berlusconismo che grida a Roma

Ho visto al TG la manifestazione di ieri dei sostenitori dell’opposizione a Roma e, come al solito, nessuno che abbia dato una valida motivazione alla propria partecipazione. La gente sembrava non sapere perché si battono davvero contro questa finanziaria e contro questo governo. I motivi più diffusi sono “perché è sbagliata”, “perché ci sono troppe tasse”, “perché Prodi sta governando male”, ma nessuno che abbia mostrato elementi a dimostrazione del proprio pensiero o abbia dato motivazioni più convincenti.

Semplicemente tutti a Roma per protestare. Ma contro cosa davvero? Mi pare una manifestazione “per partito preso” e non una manifestazione seria. La gente comune non sa nulla, si lascia ingannare da quel che sente alla televisione, si lascia soggiogare da una informazione distorta. Il c.d. “berlusconismo”? Probabilmente sì. Tutti trascinati da un uomo da un carisma tanto eccezionale quanto i danni che ha provato nella precedente legislatura. Scusatemi, è brutto da dirsi, ma almeno evitasse di sbraitare in quel modo prostrando la mano in alto di fronte alle persone, che sembra il Mussolini del nuovo millennio… Poi non si lamenti se dall’estero si inventano video musicali come quello delle All Saints in cui fanno emergere i rischi di simile uomo al potere, che dirige le banche (che loro chiamano “Benito Berlusconi”) e tutto il resto che sappiamo.

Staremo a vedere i fatti per poter, a posteriori, giudicare il governo. Per ora mi sembra che stia andando per la strada giusta e chiedo che continui in questa direzione.

Tags: , , ,

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Il berlusconismo che grida a Roma

  1. raser ha detto:

    purtroppo gli italiani sentono sempre la necessità di un “uomo della provvidenza”

  2. ajeje87 ha detto:

    Hai perfetamente ragione (sia raser che Luca). Il populismo berlusconiami mi riporta tanto alla storia studiata, al periodo fascista, o anche al populismo dei leader sudamericani. Chissà perchè…

  3. Leone82 ha detto:

    Anche io concordo con voi!

    OT: Era da un pò che non passavo di qua …. mi piacciono un sacco le modifiche grafiche che hai apportato al sito 😉

  4. Johnny ha detto:

    Hai ragione, l’unico motivo ricorrente è “perchè ci ha aumentato le tasse non mantenedo la promessa di lasciarle invariate” (che è poi vero… ma vabè)
    E vogliamo parlare di D’Alema intervistato ieri da Fazio a “che tempo che fa”? Grande amarezza anche li…
    Ah… “rock steady” è un gran pezzo, bel video… e belle le All Saint 😉

  5. Perdonami, ovviamente fai finta di non capire…perchè altrimenti non potrei nemmeno riconoscerti la mala fede….
    Sono scese, prima di sabato, centinaia di migliaia di persone in piazza, in manifestazioni diverse (dagli artigiani agli operai, ai professori universitari, ai professionisti, ai sindacati)….secondo te, c’è un clima d’impazzimento totale?
    I sindacati sono impazziti?
    I professori del liceo sono impazziti?
    Attenti a sottovalutare…vi ritroverete, altrimenti, all’opposizione per i prossimi 20 anni la prossima volta che si vota… 😉

  6. Loud ha detto:

    Camelot, forse ho capito perché la pensi in quel modo. Anzitutto io mi riverivo esclusivamente alla manifestazione del 2 dicembre, e solo di quella parlavo (compreso quando dicevo che il governo deve tenerne conto, senza cambiare rotta).
    Le altre manifestazione, invece, non le citavo ma visto che le nomini allora posso dirti che di quelle bisogna tenerne conto secondo l’oggetto cui sono rivolte: liberalizzazioni, finanziaria, etc.
    Ma attenzione a non fare confusione nominando nello stesso discorso i sindacati da una parte e i pensionati uniti ai liberi professionisti dall’altra.

    Vediamo però questi casi:
    1. Sindacati. Suppongo tu ti sia riferito all’ultima manifestazione a cui hanno partecipato, cioè quella sui fondi alla ricerca. Come ha detto Epifani, loro non manifestavano “contro” perché erano già contenti di aver ricevuto dei fondi per la ricerca, ma volevano esprimere il proprio disagio per il fatto che di questi fondi si è parlato verso la fine della manovra mentre, per loro, doveva rientrare nelle cose prioritarie; sono contenti dei fondi e ne vorrebbero di più e quindi ci tengono a precisarlo;
    2. Pensionati. Hanno manifestato insieme ai liberi professionisti, e questo è di per sé un po’ assurdo visto che è manifestamente provata la differenza di classe sociale. Sono stati soggiogati dalla comunicazione mediatica che ha ruotato a questa finanziaria. Mentre i professionisti andavano contro all’aumento delle imposte a loro carico e contro alle liberalizzazioni (da sempre hanno combattuto le liberalizzazioni per tenere il primato degli Ordini, nonostante il Trattato CE preveda cose diverse e ci sono già state sanzioni per l’inadeguata attuazione delle disposizioni e le direttive), i pensionati manifestavano la paura di un aumento di imposizione fiscale a loro carico senza comprendere che, invece, per la loro soglia di redditi nulla cambia o addirittura pagheranno qualcosina in meno (poi potremmo aggiungere le altre cose che non hanno ben capito, come il rinomato ticket ospedaliero).

    Quindi come al solito si dimostra che la gente ha fatto confusione, e sono diversi i momenti in cui ciò si rivela palesemente aglio occhi di tutti (dal credere in cose inesatte, al non saper trovare un vero motivo per la partecipazione ad una manifestazione come quella del 2 dicembre).

    Ma noi abbiamo l’accortezza di soffermarci sulla manovra non per ideologia politica ma come se fossimo tecnici o, meglio, giuristi. Vero? E vediamo anche degli aspetti che da quanto sentiamo in tv o leggiamo nei giornali può sfuggire a primo impatto.
    Non tutto quello che sentiamo (in tv o dalla gente comune) è giusto, e manco tutto è sbagliato? La verità sta sempre in mezzo 😀

    Ecco perché non puoi ricercare nelle mie parole la mala fede 😉 guardo le cose cercando di distaccarmi da quelle che sono impressioni strettamente personali e mi attengo a dati (economici, normativi) e ai fatti (con qualche osservazione a carattere sociale).

    Ciao,
    Luca

    P.S. caspita, 20 anni di nuovo governo di cdx? Spero di no. Alternarsi un po’ va bene, ma la destra al potere ha sempre fatto danni e io piuttosto emigro altrove 😉

    P.P.S. (serio): ricorda che la tasse servono per far funzionare la macchina che chiamiamo “Stato”, e tutti se li sono sempre presi in un modo o nell’altro! Chi l’ha fatto senza dirlo in modo trasparente (strategia politica indubbiamente più furbesca), e chi invece mette tutto in finanziaria in modo trasparente (serietà politica). Non credere che il precedente governo abbia regalato tutto perché non è così ma la cosa davvero sbagliata è stata quella di non seguire alla lettera le politiche europee che invece sono fondamentali.
    In generale, se i politici paghassero per i propri errori (su cui spesso hanno lucrato) allora vedremmo le casse statali tornarsi a riempirsi…

  7. unpirlaqualsiasi ha detto:

    già, soprattutto d’accordo sul pps serio…

    comunque complimenti per la grafica, mi piace davvero

  8. Johnny ha detto:

    si è molto bella la grafica… specialmente lo “snap” sui link esterni al sito! 😛

  9. Cinzia ha detto:

    Doverosa promessa: sono d’accordo con te.
    Ma da “libera professionista” devo fare una piccola precisazione sulla tua risposta a Camelot: ai professionisti non vengono aumentate le tasse, perchè nel caso si andrebbe incontro ad una disparità di trattamento tra cittadini. Con le nuove norme si cerca di arginare la possibilità di evasione ed elusione, allargando la base imponibile. Cioè, si cerca di rendere più difficile evadere le tasse ai professionisti e agli imprenditori. Ma a parità di reddito le tasse che si pagano sono le stesse, sia che si faccia il dentista, sia che si sia pensionato.

  10. Ale ha detto:

    Dalle interviste dei manifestanti uscivano delle dichiarazioni veramente belle ad esempio:
    – Perchè lei protesta?
    — Perchè Prodi stà facendo tutto male
    – Perchè?
    — Perchè sta facendo il contrario di quanto promesso in campagna elettorale.

    Notate una cosa: il sognore intervistato aveva in mano una bandiera di forza italia.
    Comunque se ne son viste molto di peggio.

  11. Bertinotti ha detto:

    Ma scusa un attimo.
    “quel che fà il governo è sbagliato”
    Come giustificazione per scendere in piazza non và bene?
    Dovrebbero protestare se il governo fà qualcosa di giusto?

    Hanno fatto la stessa cosa che facevano i no global quando protestavano contro la guerra in irak, anche lì “quel che fà il governo è sbagliato” però se lo fanno loro il motivo si capisce subito?

    E poi non dimentichiamo la differenza tra le manifestazioni:
    I no global fanno casino e spaccano tutto, gli artigiani, commercianti, liberi professionisti invece manifestano con un certo pudore.

    Forse perchè mentre nella prima ci sono i parassiti della società che non capiscono il valore di ciò che spaccano e la pappa gli arriva direttamente da papà fausto.
    I secondi sono il motore che porta avanti l’italia e mantiene papà fausto con i bambini capricciosi.

    Caro luca, se non trovi un motivo per partecipare a quella manifestazione significa che non appartieni alla categoria “motore” ma alla categoria “parassita” altrimenti non avresti aspettato che te lo dica il berlusca per scendere in piazza.
    Forse sei uno di quelli che se ti dicono che ti aumentano l’ici non te ne frega un cazzo perchè tanto c’è papà e mamma a pagarlo, invece se ti dicono che l’italia interviene nella guerra in irak vai a rompere le scatole al commerciante che tira a campare come te, nonstante la guerra non ti riguardi anzi…..stai al calduccio qui in italia.

    Forse dovresti ringraziare quella gente che scende in piazza, grazie a loro apri questo blog; se prodi si accorge di questa tua “attività” ne approfitta subito per inventarsi una tassa sui caratteri che scrivi.

    Ma il colmo resta l’IRAP. La tassa sulle tasse.
    Se uno lavora e guadagna è giusto che venga tassato.
    Ma non capisco che senso abbia tassare qualcuno solo perché paga le tasse !!!!
    Continuate così che il lavoro nero lo sconfiggete di sicuro !!!!!!!! A parole….

  12. Bertinotti ha detto:

    P.S. Gli hai detto quanti peli hai nel culo perché tra poco tassano anche quelli, e non provarci a comprare rasoi o creme depilatorie perché non conta quello che vedono o quel che dici.
    Conta quello che calcolano loro con gli studi del settore.
    Però anche se lo calcolano devi dirglielo lo stesso per vedere se dichiari il vero e se nascondi qualcosa da qualche parte (bravo evasore).

    Luca tu ne sai niente degli studi del settore ???
    Hai mai dovuto dichiarare il falso per non prendere megamulte da 400.000 euro ???
    Ripeto: Dichiarare il falso per non prendere la multa. Si perché in italia funziona così.

    Se sei sotto i loro studi perché un anno ti è andata male oppure semplicemente ti sei ammalato (questa gente non porta soldi a casa se non lavora, non sono operai) partono i controlli selvaggi che non ti mollano finche non trovano qualcosa “di sbagliato”.
    Quindi alcuni per evitare questo, dichiarano quello che la finanza vuole sentirsi dire, anche se falso.

    Basta una ricevuta di “5 euro” che non torna e sei nella merda 2 metri sopra il collo. Sai che furbata evadere 5 euro in un anno !!!!!!

    Ah, ricorda che queste evasioni che cercano sono quelle dei piccoli. Le barche comprate a nero che ormeggiano all’isola d’elba non sono comprate dai commercianti, artigiani o liberi professionisti. I “berlusconi d’italia” non li tocca.
    Anche perché sua moglie fà parte dei “berlusconi d’italia”, quindi non ha motivo di andare contro i suoi interessi.

    Prodi non fa gli interessi dei piccoli per fermare i grandi, cerca solo di eliminare il “ceto medio”.
    Lui non vuole i piccoli lavoratori autonomi, vuole le grandi industrie che “possano competere con l’estero”. Tanto poi ci sono i sindacati che fanno costare sempre più gli operai facendo delocalizzare le industrie.

    E dove finiscono i cittadini del ceto medio ??
    O vanno nel ceto alto o nel ceto basso.
    Con le ipertasse dove finiscono ??? Quindi prodi in media arricchisce la gente o la impoverisce ???

  13. Bertinotti ha detto:

    P.P.S. Se sale la destra per 20 anni e prendi la decisione di emigrare devi stare attento a dove vai. A parte alcuni paesi bizzarri come cuba, corea del nord o altre dittature varie che ci sono in giro per il mondo, i paesi “civili” sono tutti più “destri” di noi.
    Perché i soldi li ha chi lavora e non chi con qualche sotterfugio cerca di farsi mantenere dallo stato al costo di un voto alle elezioni. Quindi li è premiata la categoria “motore” non parassita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...