Falsi weblog: che i gestori intervengano!

Stavo navigando con la morosa e ci siamo messi a guardare i blog di coloro che nel profilo (su blogger.com) hanno segnato tra gli interessi le voci “Viaggiare” e “Vacanze“. Beh, a fatica abbiamo trovato qualche blog interessante: la maggior parte erano blog finti, o aperti e mai utilizzati, o abbandonati.
Credo che i gestori delle piattaforme su cui apriamo un blog dovrebbero controllare e chiudere i blog finti per liberarci dalla spazzatura in rete.
Poi ci siamo chiesti “come mai” ci fosse tanta spazzatura. E forse è dovuto a un meccanismo per creare classifiche online farse, come Alex e Sir ci spiegano nel loro post che di seguito riporto.

How to be a (Blog)star(stat) !

7 08 06 Contributo di Alex Prove Tecniche di Trasmissione,
VicePresidente del Consiglio dei Ministri del BlogGoverno

In questi giorni è nata una nuova classifica per i Blog Italiani in alternativa a quella esistente o se vogliamo complementare a quella di BlogItalia: la Top100 di Qix.it, questa nuova tiene conto oltre che del parametro technorati anche di altre variabili (link su Google, Yahoo, GoogleBlog search, ed Alexa).

Premesso che secondo noi lo scopo principale di queste “classifiche” dovrebbe essere quello di far crescere “l’autostima” del blogger, anche se ognuno di noi ha la sua classifica in base ai contenuti che trova navigando nella rete, tocca constatare che alcuni autori, confondendo il Blog con qualcos’altro e prendendosi forse “troppo a serio”, forse in cerca di conferme, vedono la stessa come un riconoscimento della loro “Autorevolezza”.

Nonostante il duro lavoro di chi ha sviluppato questi strumenti, bisogna ricordare
1) che la classifica è fatta da programmi che elaborano dei dati ricevuti dai principali motori di ricerca;
2) che, per poter apparire bisogna essere registrati in un caso o segnalati nell’altro e che i numeri che le stesse ricevono possono essere “dopati” all’origine.

In queste liste, come si potrà constatare si trova in prima posizione il Blog di Beppe Grillo che potremmo definirlo l’unico elemento neutro e certo, dalla prima posizione in giù cominciano le prime perplessità. Basta navigare sui blog di alcuni autori e balza immediatamente all’occhio che il risultato è dopato:
alcuni parametri non statistici che saltano all’occhio sono i commenti bassi, infatti troviamo una lista interminabile di 0 commenti che accompagna malignamente i loro post; già, i loro post, e questo è strano non per altro ma perchè questi diari personali hanno 2 o 3 anni e tematicamente si occupano un pò di tutto,anche se tentano di apparire come specializzati (Esempio: informatica,news,politica).

Se poi, presi da ulteriore curiosità, farete una visita più approfondita sui siti che permettono la visualizzazione di statistiche, vi renderete conto che molti di questi signori hanno massimo 1000 visitatori al giorno, per altro non in piena estate (di cui non si sa se unici e da cui bisogna dedurre i vari spider dei motori di ricerca).

Ma come fanno allora ad essere li? Come fanno quasi ad intaccare la popolarità di Beppe Grillo? Semplice, con “l’autorefenzialità”, infatti per crescere all’interno
delle varie classifiche l’elemento principe sono i Link; questi possono essere posizionati sia all’interno di un post, che tra i cosidetti siti amici.

Attenzione non stiamo parlando dei nanopublisher, stiamo parlando di un network di blogger. Il sospetto è che chi ha creato questa “rete” non lo ha fatto per scopi “Nobili” quali la condivione di intenti o la creazione di un ambiente collaborativo al fine di migliorare l’informazione ma ha dato vita ad un “Club” che è nato e che cresce esclusivamente per dare “Autorevolezza” agli autori non solo nella blogsfera ma anche fuori: capita che alcuni di essi ci vivano e anche bene, scrivano libri, facciano corsi, partecipino a seminari… spiegando per esempio ai neofiti come è questo mondo virtuale.

Scorretevi le classifiche, nelle prime posizioni e troverete di tutto e di più da quelli che hanno realizzato un tool carino e per altro utile,scaricabile dal blog che viene linkato, da quelli che sono aggregatori di notizie senza commenti ma che fanno un semplice copia incolla prima dell’abstract e poi dell’articolo intero e così
via, ma quelli che meritano la massima attenzione sono quelli che scrivono post
come da esempio:

Blog di Caio: “Oggi sono al mare e fa caldo chissà come sta Tizio[link]”

Blog di Tizio: “Caio[link] è al mare ma a me piace la montagna, ma Sempronio[link] è in città”.

Blog di Sempronio “Caio[link] e Tizio[link] sono in montagna io sono città insieme a Simplicio[link]”

e via cosi…per tutti gli autori del “club”… Questa continua segnalazione tra autori del “network” attraverso dei post come quello citato sopra in esempio è applicato in maniera sistematica dalle cosidette “Blogstar”, a cui si aggiunge naturalmente la lista dei blog di amici, formata dalle “Blogstar” iscritte al club. Questa “attività di segnalazione” deve essere fatta ogni 6 mesi, al massimo, infatti Technorati utilizza i link dell’ultimo semestre, spesso tali azioni vengono reiterate, infatti più post del genere significano una crescita all’interno della classifica internazionale (Tecnorati Rank) ma anche un aumento spropositato del numero di link nei motori di ricerca tradizionale (Google e Yahoo), restituendo come risultato una rapida scalata e mantenimento della vetta nelle varie classifiche Topblogger Italiane. Questo nonostante i pochi visitatori, dimostrati in modo obiettivo dalle statistiche( solo per i siti che le rendono pubbliche) e non statisticamente dalla scarsità di commenti, in alcuni casi dovuti anche all’insufficente qualità dei post, malgrado il dirottamento di traffico e di visitatori.

Scriviamo ciò perchè in questi giorni abbiamo girato la blogsfera (da alcuni chiamata blogpalla) chiedendo lumi alle blogstar ed abbiamo domandato “cosa ci facessero in quelle posizioni cosi alte” e le risposte sono state differenti e variegate: da chi non ha risposto o ha censurato la domanda, a chi ha scritto “credo dipenda dal fatto che sono oggettivamente un bell’uomo” oppure “Sono caduto nella pozione da piccolo” , ma anche da chi cercando di argomentare con delle giustificazioni ha rivendicato per altro il diritto alla segnalazione anche sistematica nei post di chi gli pare, certo vero, ma poi non pretendete di essere un “Opinion Leader”; dopotutto ricordatevi che l’autorevolezza e la credibilità ve la siete creata e data da soli insieme ai vostri amici.

La domanda che sorge spontanea è :

Ma quello che scrivete è impossibile, non è credibile vista la sconfinata grandezza dell’universo di Internet!”.

Invece no, questa attività è semplice visto che si fa riferimento ad un mercato piccolo come quello italiano, bastano esattamente 2 ore al PC di Domenica per veder schizzare il proprio blog dalle “infime” posizioni alla Top100 o comunque in una posizione di rilevanza e scavalcare molti mostri sacri, diventare una blogstar.
Probabilmente verrete subito notati(come è successo a noi, ci è stata inviata una mail, nda), dopotutto è pur sempre un circolo ristretto.

Cosi è nato l’esperimento per dimostrare che le argomentazioni portateci erano false e, che i comportamenti di questi blogger impedivano de facto il mettere in evidenza
nuovi blogger attraverso l’arroccamento nelle classifiche,senza contare quanto
scritto prima.

Una domenica Io(Alex) e Sir Percy, in 2 ore, abbiamo creato 135 blog sulla piattaforma Blogspot registrati successivamente su Technorati, ed abbiamo linkato questi blog con Vivereacomo.com e Proveditrasmissione.net.

Il metodo attuato è stato il seguente:
Vivereacomo.com è stato cancellato dal techorati prima dell’inserimento, beneficiando solo dei link; mentre proveditrasmissione.net è rimasto iscritto.
Risultato: Vivereacomo.com è rimasto dove era, mentre Proveditrasmissione.net è
balzato in blogItalia da 540° al 71° posto e nella Top100 di qix dal limbo al 221 posto, in crescita.

Se volete sapere di più sul nostro esperimento, e se volete anche voi entrare in top100 vi invitiamo a visitare questo blog: http://esperimentovirtuale0.blogspot.com/ vedrete gli screenshot del prima e dopo e l’esempio di un post architettato per salire in classifica. Tra pochi giorni cancelleremo i 135 blog creati su blogspot e tutto tornerà alla “normalità” nella “top100″.


Post scritto da Prove tecniche di trasmissione e Sir
Percy Blakeney
: Gli autori si assumono pienamente la responsabilità dei contenuti espressi in questo intervento.Per segnalazioni e per contattare l’autore dell’intervento, fare riferimento alle informazioni di contatto presenti sui blog personali degli autori: Prove tecniche di trasmissione e Sir Percy Blakeney.

(Post citato integralmente per gentile concessione degli autori)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Informatica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...