Indulto approvato. Meno delusi i carcerati.

(Scritto per BlogGoverno)

foto delle sbarre di un carcereDopo il consenso della Camera è arrivata l’approvazione del Senato, completando l’iter e perfezionando il provvedimento sull’indulto. Di certo IdV con Di Pietro, AN e Lega Nord non sono contenti, avendo espresso la propria contrarietà. Neanche io posso gioire di questo condono di pena ma sicuramente sono numerosi i carcerati che non saranno delusi nel venir liberati. Ma i nostri eletti avranno pensato anche alle conseguenze del disegno, oltre a quelle economiche che già immaginiamo?

Possiamo gioire dei oltre due miliari di euro all’anno risparmiati dalla nostra amministrazione pubblica, che verranno usati per il personale o altre migliorie urgenti. Ma possiamo ritenerci soddisfatti di liberare persone prima che abbiano scontato la pena inflitta loro dai magistrati che hanno applicato la legge? Io credo di no: il condono di pena è tra i peggiori condoni che si possano fare (come dicevo in un precedente post), in quanto lo sconto di pena mi sembra non solo un “regalo” ai carcerati, una buonuscita, ma la palese dimostrazione che lo Stato non riesce a gestire le carceri e necessita di più spazio.

Per me vuol dire offendere la giustizia perchè anziché farla rispettare si è deciso di fare degli “abbuoni“, termine corretto se legato alla cattiva amministrazione centrale. Sì, perchè avendo superato la capienza delle carceri abbiamo deciso di far uscire qualcuno. “Qualcuno”, volevo dire 8 mila soggetti liberati, secondo gli esperti dell’Amministrazione Penitenziaria al Ministero (12.700 precisa Giovanni Tinebra).foto Di Pietro e Mastella (by AdnKronos)A questo punto nè le lamentele di Antonio Di Pietro (complimenti per l’audacia e la tenacia con cui si è battuto in questi giorni) nè tantomeno le mie serviranno più: il Parlamento ha approvato una legge e in quanto tale la rispetteremo. Ma un primo rimorso dovrebbe attanagliare gli animi dei nostri parlamentari: la lettera di una donna che scrive a Mastella impaurita del fatto che, grazie all’indulto, suo figlio tornerà a casa e potrà picchiarla ancora. Speriamo non accada.Possiamo esultare anche noi come hanno fatto i carcercati, come se l’Italia avesse di nuovo vinto il campionato?
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in BG Giustizia. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Indulto approvato. Meno delusi i carcerati.

  1. Anonymous ha detto:

    Ciao Luca
    ti ringrazio per la visita! Il tuo nome mi era familiare, poi ho letto che scrivi su bloggoverno. Ci scrive pure mio figlio!
    A presto

  2. Anonymous ha detto:

    …scusami, sono il cavaliereerrante

  3. Anonymous ha detto:

    Invitato..dico la mia, in modo succinto perchè ho sproloquiato su più blog e non ho..tanta voglia di ripetermi.
    Qui mi pare che le perplessità sianmo complessive, di principio.
    Per cui..poco da dire.
    Salvo, si chieda allora l’abolizione dell’indulto dalla tanto amata Costituzione, e si chieda anche l’abolozione della sospensione condizionale della pena dal codice di procedura penale.
    Ovviamente, sono favorevole all’indulto come unico modo per iniziare a metter mano alla situazione illegale in cui versano le nostre carceri.
    http://moltitudini.splinder.com

  4. Korenaar ha detto:

    C’è poco da esser favorevoli…uno Stato che non è neanche in grado di tenere sotto controllo i soggetti minacciosi per la società è uno Stato che materialmente non esiste. La verità è che a nessuno dei signorotti grassottelli e straricchi che siedono in Parlamento interessa nulla della sicurezza della vita pubblica…tanto loro le guardie del corpo ce l’hanno, se si alza una paglia hanno subito la volante dei carabinieri sotto casa 24 ore su 24, possono campare tranquilli. Non vorrei essere nei panni di chi vede liberati, dopo pochi mesi magari, eventuali aggressori che in passato hanno usato violenza a qualsiasi livello su di loro.E sopratutto, diciamocela tutta, indulto significa tirar fuori dalle grinfie della giustizia tanti amichetti dei succitati signorotti, se non addirittura molti dei signorotti stessi…che schifo

  5. Spartacusdue ha detto:

    Scusa se uso un commento, però non so se la tua mail è quella della pagina dei contatti di BG. riguardo l’indulto non la pensiamo uguale, ma fa nulla.
    Questa è la mail:
    Caro Luca, ho provato ad inserire lo script per le newsfeed. Non ho però chiaro il funzionamento: una volta inserito questo primo feed2js.js diventa automatico l’aggiornamento? Non riesco a capir bene come funzionano ‘sti benedetti feed/rss e
    company, e il manuale di splinder non è che sia molto chiaro, sai per caso indicarmi un’altra fonte?
    Grazie.
    p.s. ho modificato il template, ma si vede solo il box con la scritta BlogGoverno news, ho caricato il feed2js, sul mio sito e l’ho linkato così:http://www.spartacusquirinus/files_comuni/foglistile/feed2js.js
    forse c’è un errore.
    Ciao

  6. Non possiamo esultare, però ogni tanto turarsi il naso si può fare….vivevano in condizioni impossibili nelle carceri….e te lo dico da “giustizialista”: il condono per me poteva “starci”…il problema è che è stato fatto con il deretano e in fretta e furia…e poi c’è il pericolo che escano presunti terroristi islamici, incarcerati per reati minori, in attesa che le forze dell’ordine riuscissero ad incastrarli per collegamenti terroristici…e questo è davvero uno schifo…per non parlare di quelli in regime di 416 ter, gente che s’è macchiata di voto di scambio mafioso….una porcata

  7. Pingback: Indulto flop e lacrime di coccodrillo at Luca Lodi .it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...