Tassisti, Bersani, concertazione raggiunta. Qualche modifica al decreto.

Lunga la trattativa tra tassisti e governo, ma alla fine l’accordo è stato ragiunto e messo per iscritto in un emendamento al decreto Bersani sulla liberalizzazione. Il ministro per lo Sviluppo economico dichiara alla stampa che “la vertenza si è chiusa con un pareggio…” mentre per i tassisti risulta come una piccola vittoria. Anche Leonello Bittarelli dell’Uri (in rappresentanza dei tassisti) è soddisfatto e dichiara: “abbiamo vinto, scompaiono il cumulo e la doppia targa, hanno accettato le nostre proposte anche per quanto riguarda la possibilità di avere il secondo conducente”.

Nella relazione sul novellato art. 6 del decreto 223/2006, si legge: “Il nuovo articolo si basa sul principio fondamentale di offrire ai Comuni una serie di facoltà tra le quali potranno scegliere quelle più idonee alle esigenze locali di potenziamento del servizio, ove necessario e, comunque, previa consultazione delle commissioni consultive previste dalla vigente legge statale o dalle leggi regionali.”L’emendamento comporterà per i Comuni la facoltà di disporre di ulteriori turni giornalieri per auto, grazie a collaboratori e familiari; prevedere temporanemente sostituti di guida allorquando necessario; disporre di bandi straordinari a titolo oneroso o gratuito per il rilascio delle licenze,… Bersani spiega che “si offre ai Comuni un menu di soluzioni adatte alle diverse realtà”.Nonostante giudichi positiva la modifica, un dubbio viene a Fabio Parigi – portavoce di Confartigianato Taxi – in merito al “principio del bando straordinario fuori programmazione”, ma il ministro lo rassicura che trattasi di ipotesi limitata ad eventi eccezionali.

Ora non rimane che attendere la votazione a Palazzo Madama prevista per il 24 luglio. Di conseguenza dovrebbe venir spospeso lo sciopero proclamato per il giorno successivo. Ma ciò che potremmo chiederci è se effettivamente l’emendamento risolverà il problema sorto circa la cessione “sottobanco” delle licenze (come scriveva un tassista a Il Manifesto il 7 luglio u.s.), se cambierà qualcosa nelle città dove la domanda di trasporto in taxi è maggiore dell’offerta ed, infine, se l’accesso alle professioni sarà liberalizzato “a tutti gli effetti” come voleva la ratio originaria.

_____________________________
Ho pubblicato questo post su BlogGoverno

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in BG Welfare. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Tassisti, Bersani, concertazione raggiunta. Qualche modifica al decreto.

  1. observer ha detto:

    Interessante l’iniziativa di bloggoverno…modalità per accedervi?
    Per quaqnto riguarda la vertenza taxi ne sto leggendo di tutti i colori…passi l’opposizione che ovviamente DEVE disconfermare ogni scelta del governo di sx, ma quando parlano i colleghi della maggioranza mi fanno proprio arrabbiare…quanti autogoal saranno necessari a questo governo per affondare definitivamente? Sono dell’idea che bersani nn potesse fare altrimenti: avviare tavoli di concertazione e mantenere il decreto seppure modificato in alcune sue parti…questo fa la differenza rispetto ai metodi e alle strategie del precedente governo!

  2. Loud ha detto:

    Ciao Observer.

    Per quanto riguarda il BlogGoverno puoi provare ad inviarci alcuni tuoi post che riguardino un unico ministero di cui vorresti far parte (semprechè vi siano poltrone vacanti). E’ importante che tu capisca da subito e faccia capire quale sia il ministero a te più congeniale.
    Le modalità ed altre informazioni le trovi direttamente sul sito di BlogGoverno. Se c’è posto e il Consiglio dei Ministri accetterà allora ne entrerai a far parte. Comunque sia fatti sentire anche lì ponendo qualche emendamento (commento) ai post e magari linkaci sul tuo bel blog. Non potremo che esserne lieti.

    Per quanto riguarda la vertenza taxi sono d’accordo. La differenza di questo governo si vede, è migliore 😉 E sicuramente gli autogol non mancheranno. Ma questo dei taxi non lo vedo come un autogol. Spero sia la via di mezzo ricercata. L’unica cosa è che Bersani, sostenitore della concertazione, avrebbe dovuto concertare prima e non poi. Comunque io sostengo le liberalizzazioni, quindi sono contento che il decreto ci sia e auspico che l’emendamento apporti una miglioria allo stesso, senza indebolirlo.

    Ciao e grazie del contributo.
    Loud

  3. Emmebi ha detto:

    Scusa, ma la concertazione non dovrebbe avvenire prima dei decreti (e non dopo che i cittadini sono rimasti a piedi per giorni)?

    E poi si puo’ parlare di liberalizzazione, quando si introducono tariffe prefissate per certe tratte? non e’ contro la concorrenza?

  4. secondo me non si può parlare di liberalizzazione.. è stata una svolta negativa… ma sono ridicoli quei politici di destra che ieri difendevano i taxisti e oggi criticano la marcia indietro del governo.

    PS: ho modificato delle cose sul basecamp del bloggoverno, se non riesci ad effettuare il login lasciami un msg sul mio blog.

    Alex

  5. pasqualeorlando ha detto:

    il decreto bersani è un primo esempio di movimento del governo prodi. i limiti ci sono ma la direzione è giusta… finalmente!

  6. OT:
    Luca, leggi in basecamp. Ti ho risposto….. cmq diliberto è contrario solo all’indulto verso reati finanziari e contro la pubb. amm.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...