Mi piace il nuovo governo? Mi permetto qualche critica.

Il nuovo governo mi piace? E’ questa la prima domanda che mi sono posto. Sinceramente mi piace solo in parte. Sono soddisfatto di avere un governo di centrosinistra, per non averne uno di centrodestra. Ma non posso evitare di criticarlo perché non esiste un governo privo di qualsivoglia critica.

Ad esempio, perché flettere all’insistenza di Mastella concedendogli un ministero? Lo ammetto, Mastella proprio non mi piace. Ma sopratutto, perché proprio la Giustizia? Era meglio assegnarlo a qualcuno come Di Pietro, sicuramente più competente in materia (e uno dei pochi parlamentari “seri” e “puliti” rimasti in circolazione).
E sempre per non rischiare ripercussioni politiche, ecco che la Vicepresidenza viene sdoppiata: D’Alema (che non ha ottenuto nè presidenza alla Camera né alla Repubblica e quindi va accontento in qualche modo) e Rutelli (per premiarlo del tanto sostegno e forse per correttezza democratica). Wow! Prendi 1 e paghi 2!! Bene, ma è finita qui la critica? Assolutamente no.
Oltre a decidere di riportare il Welfare a due dicasteri (Lavoro da una parte, Politiche Sociali dall’altra), bisognava anche assegnare altre cariche: allora perché non creare nuovi ministeri senza portafoglio? Beh, qui voglio trovarci qualche punto positivo: in questo modo c’è stata la fattibile assegnazione di donne al potere, anche se insisterei sull’importanza delle quote rosa…

Sulle critiche soggettive mi fermo, perché i ministri sono troppi per scrivere un commento, positivo o negativo che sia, per ognuno di essi.

Vorrei concludere Tornando alla compatibilità di carica con competenza degli assegnatari, evidenziando che – a mio giudizio – bisognerebbe puntare meno ad una scelta di ministeri per motivi esclusivamente politici e conciliare le cariche con le competenze. Si, penso che avere dei ministri “tecnici” possa giovare al Belpaese, e in quest’ottica sono d’accordo con la scelta del nuovo ministro dell’Economia (anche se in affiancamento ad altro ministro).
Un mio collega direbbe che in democrazia è giusto scegliere i ministri sulla base della rappresentanza politica, ma per me sarebbe una utile e furba scelta quella basata sui ministri “competenti” per il governo, e sulla rappresentanza politica eletta per il Parlamento.

Al di là dei nomi che si possono condividere o meno, staremo a vedere se questo governo otterrà un buon risultato come bisognare augurarsi tutti. Intanto – e non vedo l’ora! – stanno per arrivare le vacanze: meno politica e più relax!

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Curiosità. Contrassegna il permalink.

40 risposte a Mi piace il nuovo governo? Mi permetto qualche critica.

  1. guerrilla radio ha detto:

    Un governo appena sfornato dovrebbe essere come un dolce appetitoso e croccante,
    invitante,
    e non la solita torta salata da spartire.

    Penso di non essere l’unico
    e ne ho già testimonianza,
    ad essere rimasto basito dinnanzi a certe facce,
    certi ceffi che dovrebbe risollevare i destini della tanto vituperata Italia.

    Governo che da neonato ha già movenze da vecchio,
    conservativismo
    doppiopetto in naftalina,
    inciucio,
    clericato
    la solita logica della partitocrazia a scapito della meritocrazia.

    E caro Romano che ne è della promessa fatta di un terzo di donne nel tuo governo???
    Pure la borsetta gli hanno scippato alle poverette,
    borsetta con tutte il portafoglio dentro.

    Forse possiamo esercitarci a sperare in un ministro delle politiche sociali che è stato cassintegrato della fiat,
    in un ministro dei trasporti con gli attributi adatti,
    o di un ambientalista che in quanto tale
    per la prima volta in Europa diviene ministro dell’ambiente,
    ma come ogni altra volta
    anche i destini di questo governo come quelli precedenti
    saranno tutti affidati al fatto che il suo ministro dell’economia non si riveli una Schiappa…

  2. Luca Lodi ha detto:

    Quanto scrivi mi piace molto e lo condivido sopratutto nel riferimento alla meritocrazia (in democrazia deve essere coadiuvata con la partitocrazia, ma per il bene del paese almeno i ministri – non scelti direttamente dai cittadini – dovrebbe essere indivuduati per merito).
    Grazie, a presto.
    Luca

  3. Johnny ha detto:

    Prima di “qualsivoglia critica” (ma dove l’hai tirato fuori?) è bene attendere che il governo faccia le sue prime mosse.
    Potremmmo stare qui a scrivere righe e righe di commenti, ma se non atendiamo almeno qualche mese di legislatura non possiamo criticare basandoci solo su simpatie e antipatie.
    In ogni caso alcune tue osservazioni sono giuste, ma mi sembri un po’ troppo polemico. D’altronde… crei polemica e ti eserciti nella satira 😉

    Ah, bella la nuova grafica del blog, ma cerca di trovare un titolo definitivo… datti pace! 🙂

  4. pasqualeorlando ha detto:

    nome definitivo? il blog di luca lodi.
    contano identità e mission.

    sul governo: senza un pò di delusione e amarezza non si lavora per migliorare….

  5. guerrilla radio ha detto:

    Hola Luca,
    Alleanza Blog:

    contraccambiato avec beaucouop de plaisir,
    se non sei scomodo,
    ti ho messo a sedere,
    , se non sei scomodo
    bicchiere di rosso in mano nei miei improvvisati spartani salotti,
    fra amici…
    http://guerrillaradio.iobloggo.com/archive.php?eid=1281&keyw=

    à bientòt
    Victor.

  6. AlexBlog ha detto:

    mha.. il governo a me anche piace in parte, alcuni ministeri sono azzeccatissimi altri meno, ma diamogli almeno possibilità di far vedere cosa sanno fare e poi tireremo le somme!

    Cmq Gov berlusconi 24 ministri, gov Prodi 25 ministri.. uno in più non 132312 in più come qualcuno vuol far credere!

    Bella la nuova veste grafica anche se mi ero spaventato all’inizio mi ero abituato alla vecchia:P

  7. Fascio&Martello ha detto:

    ma…..non so che dire, secondo me voi bimbi di cx siete proprio dei coglioni, dalla padella alla brace, la delinquenza al governo ricordatevi questo…

  8. AlexBlog ha detto:

    questa gente che si diverta solo a offendere è grande!!!! La mancanza di valide argomentazioni è un dato di fatto 😉 !

  9. Luca Lodi ha detto:

    bravo alex!
    mancanza di argomentazione, ignoranza diffusa…
    lo sappiamo tutti che la destra è nata per la tutela degli interessi dei singoli destroidi, mentre la sinistra per gli interessi della collettività; che la destra ha sempre portato il male nella società e la sinistra il bene, la tutela, con le sue battaglie per il popolo;
    eppure ci sono molti che oggi vogliono tornare indietro con nette divisioni di classi sociali e necessità di riconquista di tutti i diritti…

  10. Ajeje87 ha detto:

    sicuramente è un governo che poteva nascere un po meglio. Mastella è li perchè i tre senatori dell’udeur sono di vitale importanza ed i suoi ricatti sono proverbiali. Di Pietro alla giustizia sarebbe un più che giusto riconoscimento per chi nel centrosinistra si sta comportando meglio di tutti. Bene Padoa Schioppa e Bianchi. Voglio vedere cosa farà la Bindi con la famiglia. E boccerei in partenza anche Fioroni alla pubblica istruzione (cattolicissimo margheritino). Per il resto, speriamo in meglio

  11. Loud ha detto:

    Si, lasciamo governare il nuovo governo per scoprirne le capacità. Ha tanti lati positivi, anche se – come per ogni governo – ho voluto trovarci delle critiche proprio per non essere di partite (il c.d. uomo a partito preso, che non sono).
    Detto questo vorrei ricordare proprio che la destra (complessivamente presa) hanno sempre lavorato per l’interesse del singolo, di una classe sociale, dei leaders, dei partiti. Mentre la sinistra (sempre complessivamente presa) per il bene del popolo, della collettività. E proprio la sinistra ha voluto la Repubblica, e dobbiamo esser grati per questa scelta.

  12. Emmebi ha detto:

    Nulla contro la Repubblica, ma non mi sembra, che nei Paesi europei dove la sinistra non ha avuto il grande merito di “volere” la repubblica ed e’ rimasta la monarchia, ci siano arretratezza e pessime condizioni di vita.
    Anzi, in molte di queste monarchie, c’e’ un tenore di vita migliore di quello dell’Italia!

  13. Anonymous ha detto:

    Non ci sono commenti da fare su un governo di centro-sinistra.. sarà solo la rovina dell’italia!!! Speriamo solo che finisca presto, molto presto…..

  14. Loud ha detto:

    Come diceva AlexBlog, “mancanza di valide argomentazioni”, è questo che ti caratterizza caro Anonimo e già il fatto che posti in anonimato nè è sintomo.

  15. Anonymous ha detto:

    non mi va neppure di dire il mio nome ad un’ammasso di comunistoidi….. e poi di argomentazioni ne abbiamo fin troppe, ma purtroppo non sono argomenti di cui si può parlare con persone che non hanno la capacità di apprendere!!! VIVA IL DUCE!!!

  16. Loud ha detto:

    Si bravo, vergognati almeno per aver scritto “viva il duce”.

    Comunque, lasciam perdere. Commenti del genere sono assolutamente inutili quindi tanto vale che li abbandominiamo.

    Torna pure a trovarmi ma lascia commenti un po’ più costruttivi, ok? Ciao, buona serata.

  17. Loud ha detto:

    ah, “un’ammasso” si scrive senza apostrofo 😉

    e chi dice che io sia comunista? solito errore di partenza…..

  18. Francesca e Stefania da Roma ha detto:

    Bravo Loud, hai ragione.
    Ci piace questa tua paginetta perchè sei stato capace di guardare al nuovo governo senza essere il solito personaggio di parte, sei stato capace di criticarlo e ci piace.
    E’ ovvio che ogni governo non e’ perfetto, ma aspettiamo di vederlo all’opera, magari ritorniamo sulla critica tra un annetto per fare pagarogoni migliori, poi tra 2, 3 anni ecc.

    Diamo anche noi contro all’Anonymous perchè se ha da obiettare che lo faccia con delle motivazioni, cosi se ne può parlare. Altrimenti no. E poi siamo d’accordo con te: come si fa a scrivere “viva il duce”? I nostri nonni che hanno vissuto l’epoca fascista penso non siano dello stesso pensiero e secondo noi sono piu’ attendibili di noi: ascoltiamo.

    Ciao, bel blog.
    Fra e Ste.

  19. Anonymous ha detto:

    se solo ci fosse ancora il Duce tante situazioni spiacevoli non si verifecherebbero… immigrazione, prostituzione, omossessualità, potere ad un governo di gente che si arricchisce e vive di politica, c’è solo del gran marciume in Italia e questo solo perchè mancano le regole e di certo le regole non le possono imporre dei governanti sregolati come quelli che ci ritroviamo ora!!! se ci fosse un pò di paura e di controllo ci sarebbe anche un pò più di rispetto delle regole e delle leggi.

  20. Manu ha detto:

    Ciao Anonymous, solo una curiosità….
    Ma cosa ‘caspita’ centra in tutto questo ‘l’omosessualità e la prostituzione’..??
    Queste ‘situazioni spiacevoli’, come le chiami tu, non hanno epoca o governo.. esistono da secoli!!! Basterebbe informarsi o leggere un po di più… tu che dici??
    Non me ne volere…. e buonissima giornata piena di ‘SOLE’!!!!!

  21. Anonymous ha detto:

    SPIEGAVO SEMPLICEMENTE PERCHè NON MI VORGOGNO AFFATTO DI SCRIVERE “VIVA IL DUCE”… QUESTA GENTAGLIA AVEVA UNA COLLOCAZIONE BEN PRECISA ALL’EPOCA DEL DUCE ED è Lì CHE DOVREBBERO STARE ANCORA OGGI… EMARGINATI E “NON SOLO” INVECE ORA CON IL CENTRO-SINISTRA L’OMOSESSUALE CE L’ABBIAMO ADDIRITTURA AL GOVERNO… è DI QUESTO CHE C’è DA VERGOGNARSI!!!

  22. antifascista ha detto:

    L’apologia di fascismo è un reato, essere omosessuali non è un reato … vedi un po’ tu caro anonymous …

  23. antifascista ha detto:

    Rispondo al fascita che sta scrivendo in questo post e gli ricordo che a proposito di tante situazioni “spiacevoli” potrei rammentargli qualche situazione “spiacevole” a cui ci ha costretto il duce:
    – perdita della libertà di espressione, parola, voto
    – leggi razziali
    – la nostra disgraziata pertecipazione alla seconda guerra mondiale

    insomma un ventennio di disastri, con il completo annullamento delle libertà personali!!!

    Non credo proprio che abbia un senso rimpiangere un dittatore come il duce!!!

    Dimenticavo: in una dittatura basta pochissimo per finire dalla parte degli “emarginati”. Potrebbe capitare anche a te, come accadde al genero del duce che venne fucilato, nonostante fosse il genero del duce!!!
    Va da se che se rimpiangi una dittatura l’unico modo perché questa risponda esattamente alla tue aspettative è che sia la “tua” dittatura, a meno che tu non sia il classico pavido leccaculo asservito al potere del più forte: FORTE CON I DEBOLI E DEBOLE CON I FORTI!

  24. Anonymous ha detto:

    la dittatura non mi spaventa.. sarei più che capace di rispettare le regole e vivere con pudore e dignità personale.. nel fascismo non vi è affatto stata una perdita della libertà personale, ma solo una retta via da seguire e chi era debole o infedele doveva pagare e fù giusto così!!! genero compreso!!! le leggi razziali non sono uno sbaglio, il diritto di voto a suffragio universale è opinabile e la partecipazione alla seconda guerra mondiale non è stato un errore voluto, ma una necessità… non sono un leccaculo, ma se avessi la possibilità di scegliere di certo sceglierei la parte più forte, quella con più potere e con più dignità, non di certo sceglierei la parte più semplice, quella la cui appartenenza fà solo fare bella figura.. è troppo comodo fare i comunisti.. SIETE SEMPRE COSì BUONI.. sù via.. non siete neppure riusciti a segnare la storia, nè nel bene, nè nel male!!! siete anonimi, non avete identità personale, sapete solo predicare bene e rozzolare MALE!!!

  25. Dani ha detto:

    voi invece siete proprio riusciti a segnare la storia!!! COMPLIMENTI!!!! io non esprimo opinioni anche perchè mi sembri molto deciso sulla tua… ti faccio solo una domanda: quanti anni hai? il fascismo l’hai vissuto in prima persona come i miei nonni o l’hai solo studiato sui libri??? immagino che tu l’abbia solo studiato sui libri! purtroppo dietro ad un governo politico, quale esso sia, ci sono ripercussioni sulla vita di tutti i giorni ed il fascismo ne ha date tante e molto evidenti. ti auguro di non vivere il vero fascismo in prima persona perchè probabilmente cambieresti idea, almeno lo spero!!!

  26. Loud ha detto:

    Grazie Dani per il commento che hai fatto rivolto all’Anonymous e l’osservazione “storica” a cui lo inviti. Sono d’accordo con te.

  27. Loud ha detto:

    …e mi trovo molto in linea anche con quanto ha scritto Antifascista, che ha evidentemente ragione.

  28. Anonymous ha detto:

    qualcuno ha detto “la ragione è dei FESSI”… contenti voi.. godetevi il governo Prodi e comunisti vari.. BUONA FORTUNA!!! io continuo a rimpiangere il Duce, la sua forza, il suo coraggio e la sua grande personalità.. provate voi a segnare la storia..

  29. antifascista ha detto:

    Ma quale coraggio, quale forza!!!

    Il duce era un opportunista violento, non c’era lungimiranza politica nelle sue azioni, lavorava per raggiungere e mantenere il potere con la forza ed il terrore. Questo lo faceva sentire grande: poter ordinare rastrellamenti, spedizioni punitive, avere una corte di leccaculo ossequianti che per eccesso di zelo erano ancora più violenti di lui!!!

    Il coraggio del duce lo leggi nella frase “armiamoCI e partiTE”? E’ questo il coraggio del tuo duce? Andate in Russia a morire con onore, con le pezze al culo e le scarpe di cartone!

    Il coraggio del duce lo vedi nell’uomo che per salvare la pelle cerca di avere la protezione della chiesa e poi decide di scappare in Svizzera?
    Il coraggio del tuo duce sta nella repubblica di Salò dove, sotto tutela nazista, fece compiere stragi di civili renitenti alla leva che non volevano adeguarsi alla violenza delle camice nere?

    E la forza del duce sarebbe quella degli squadristi che uccisero 6 contro 1 l’onorevole Matteotti? O quelli che massacrarono in gruppo Gobetti?
    Questo è il coraggio e la forza del tuo duce?

    Per non parlare del “coraggio” che ebbe quando ordinò di attaccare “alle spalle” i francesi ormai sopraffatti dai tedeschi!!! Anche questo è coraggio?

    Secondo me tu rimpiangi perché non hai idea di cosa è stato il fascismo. Chiunque sa cosa è stato il fascismo non può rimpiangerlo!
    E’ bello proclamare un ideale di ordine e giustizia sociale. Però un conto è praticarlo in modo democratico, un altro conto è imporlo come fece il fascismo con la violenza ed il terrore.

    Ed a proposito di squadrismo ti invito a leggere cosa accadde ai “coraggiosi e valorosi” squadristi che cercarono di distruggere a Parma la camera del lavoro e la casa del popolo. A Parma ci fu una reazione violenta e le “valorose e coraggiose” camice nere decisero che era troppo per loro (mancavano di coraggio?).

    Come scritto in un post precedente: il fascismo è il paradigma del concetto FORTE CON I DEBOLI E DEBOLE CON I FORTI. Vedi come Hitler ci trattò e come tratto il “forte e coraggioso” Mussolini. Poco più che letame!

  30. Anonymous ha detto:

    è proprio il concetto di forza e di onore che manca alla sinistra. puoi scrivere tutto quello che vuoi e fare tutti i cenni storici che riesci a trovare qua e là, ma non potrai mai capire cosa significa il potere, il rispetto delle regole o quant’altro, perchè è un concetto che non vi apparterrà MAI!!! per me non è un’errore imporre le proprie idee con la forza, perchè solo i più forti sono degni di potere, con la democrazia che tanto decantate non si è mai ottenuto niente e mai si otterrà!IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI!!! mi chiedo sempre quali sono gli ideali ( ma quelli concreti, non le solite belle favolette che vi piace tanto narrare) della sinistra??? non mi sono ancora riuscito a dare una risposta.. e poi è sempre il solito luogo comune, parlate solo della parte scura del fascismo, ma il fascismo non è stato slolo questo.. DOCUMENTATEVI!!!!!

  31. antifascista ha detto:

    E’ vero, nell’ultimo post ho scritto solo della vigliaccheria di Mussolini e di come il concetto di forza, di onore, di coraggio a lui non appartenesse.
    La sua era solo facciata (la mascella volitiva), era solo propaganda (lavorare nei campi coi contadini).
    Tu lamenti che le stesse cose mancano alla sinistra? Può essere, però non capisco perché ti sia “innamorato” di Mussolini a cui le stesse cose mancavano.
    Certamente in un ventennio il governo fascista ha fatto anche cose buone (ti consiglio la lettura di Renzo De Felice) ma farne un’apologia non solo è reato in Italia, ma è sinonimo di grandissima miopia.

  32. Anonymous ha detto:

    perchè è di sicuro meglio che innamorarsi di persone che non hanno nessun principio e che non hanno onore.. come si può seguire la corrente di chi è a favore della droga e degli omosessuali, per chi predica bene e rozzola male.. copme si puyò seguire la corrente di chi predica la democrazia e la libertà, ma non ha mai fatto niente per ottenerla.. il problema della sinistra è che manca di identità e di storia.. non c’è niente che possa attirare una poersona minimamente intelligente dalla loro parte, a meno che si tratti di tossici, di prostitute e di omosessuali..

  33. antifascista ha detto:

    Caro anonymous mi sa che sei tu che ti devi documentare. Accusare la sinistra di essere priva di storia è come accusare il Papa di non essere cattolico. Capisco che la storia non si studi più a scuola, però sarebbe meglio documentarsi in privato prima di scrivere sfondoni di questa portata.

    Semmai è il fascismo che storicamente era privo di una propria storia, di propri riferimenti, tanto che si fondava solo sul fanatismo e sulla sete di potere del proprio duce. Il duce era consapevole di non poter giustificare alcuna tradizione e dovette ricorrere all’impero romano per avere qualche giustificazione storica (da qui nacque anche il termine fascismo).

    Il duce era un socialista che abbandonò i suoi compagni che erano contrari all’intervento nella prima guerra mondiale, mentre lui era un interventista convinto (pensa che fu direttore de “L’Avanti”, l’organo del partito socialista italiano!). Che storia ti può dare un voltafaccia intento solo a cullare il sogno di potere personale attraverso la violenza? Nessuna ed infatti attinse alla “tradizione” dell’impero romano perché non aveva riferimenti “alti” a cui ispirarsi.

    Ora il fascismo ha segnato la storia di un ventennio di terrore in Italia. E’ ovvio che gli storici lo studino, ma resta un movimento culturalmente povero i cui riferimenti si possono racchiudere negli slogan di propaganda del duce. A nulla serve che molti intellettuali del tempo aderirono (Gentile, Bottai); cercarono di dare al regime uno spessore culturale che non ebbe mai, sopraffatti dai gerarchi e gerarchetti che per il loro potere personale, e non per il bene del popolo italiano, esercitavano violenze e coercizioni.

    Caro anonymous mi sa proprio che chi si deve documentare sei tu. Di tutto puoi accusare la sinistra tranne che di essere priva di storia.

  34. Anonymous ha detto:

    convinto tu… resta nella tua misera condizione che io resto nella mia!!! anche la gente come voi occupa un certo spazio nella società!!!

  35. Loud ha detto:

    bene, solo che la finiate perchè il titolo di questo post era un altro e non parlavo certo del fascismo… ciao!

  36. antifascista ha detto:

    Io sarò anche in una condizione misera, ma certo non mi vanto di idolatrare un uomo per il suo coraggio e per il suo onore quando la storia ci ha insegnato che quell’uomo era un vigliacco che scappò di fronte al disastro in cui aveva condotto il paese. Quindi dalla mia misera condizione non mi vanto di credere in cose che la storia ha bollato come non vere.
    Tu puoi anche credere che Babbo Natale porta i doni, ma sappiamo bene che il coraggio e l’onore del duce e Babbo Natale sono pure invenzioni … se sei contento tu di credere nelle favole non so che dire.

    Il duce si riempiva la bocca della parola onore, ma non aveva il coraggio di essere conseguente alle sue parole. Una burla di uomo che con la sua pochezza condusse il paese in un baratro profondo. Furono ben altri gli uomini di coraggio e di onore che risollevarono il paese!!!

    Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire, per cui io rimango nella mia misera condizione e ti lascio nella tua miserissima condizione di fascista …

    W la Resistenza, W la Repubblica antifascista, W l’Italia!!! 🙂

  37. Anonymous ha detto:

    hahahahah ahahahahahahahah ahahahahahhah ahahahahah….
    una bella e sana risata davanti la cavolata della resistenza!!!

  38. antifascista ha detto:

    com’era pure quella del riso?

    ah, sì: “il riso abbonda sulla bocca degli stolti!”

    A buon intenditor poche parole 🙂

  39. Anonymous ha detto:

    meglio stolto e fascista, che intelligente e comunista!!!

  40. antifascista ha detto:

    … contento tu 😦
    questo comunque spiega del perché non ti spaventa una dittatura 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...