Ambiente e Ricerca: fondamentali ma messi a rischio

Ho letto i programmi. Politiche sociali e del lavoro, istruzione, legalità, immigrazione, ecc. Tutti ne parlano, ma pochi toccano con serietà la delicata questione della tutela dell’Ambiente e della Ricerca scientifica.
L’ambiente ormai è destinato ad un peggioramento continuo. Tutto per il profitto delle grandi industrie a discapito dell’aria che respiriamo, dei cibi che mangiamo, della nostra Salute! Nei programmi che ho letto ho riscontrato che solo i Verdi intendono battersi con tenacia per la tutela dell’ambiente. E pensare che basterebbe poco: se evitassimo gli sprechi, facessimo raccolta differenziata, puntassimo all’energia solare e acquistassimo carta ecologica l’ambiente ne sarebbe contento. Così come se evitassimo di innervosirci nel traffico e facessimo una pedalata in bicicletta. Un sole che ride, metaforicamente parlando.

Tutto ciò mi fa riflettere. La Sinistra vuole sistemare il lavoro, il sociale, la giustizia. E credo vivamente nelle loro proposte. Ma l’ambiente? Inizio a pensare che forse sarebbe il caso di porre attenzione, insieme alle varie politiche su cui intervenire, anche alla Ricerca (che in Italia è scarsa, vedi W la Ricerca – raitre) e all’Ambiente che sono messi a rischio nonostante siano questioni davvero fondamentali per il paese e per noi stessi.
Anche un forte incentivo al turismo è una soluzione utile per l’economia del nostro splendido paese.Sono ancora un po’ indeciso per le votazioni del 9 e 10 aprile, ma non voglio scordare alcun valore perchè il voto è importante: un diritto ed un dovere civico!
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Ambiente e Ricerca: fondamentali ma messi a rischio

  1. Jonathan ha detto:

    Gran programam “W la ricerca!”, sono rimasto a bocca aperta!
    Difficile riassumerlo in poche parole, speriamo che la Rai lo renda disponibile su RaiClick in modo da essere visto anche da chi non ha seguito il programma.

    Per quanto riguarda il resto… no comment 😉

  2. cruder green ha detto:

    In effetti è vero, la ricerca non esiste e l’ambienta nessuno lo caga più… tutti a inquinare e chi se frega se questo vuol dire minacciare la nostra salute. L’importante per tutti ed anche per i politici è la questione economica, soldi: tante politiche ma nulla per tutelare davvero ambiente e salute. Hai proprio ragione.

  3. Luca Lodi ha detto:

    Grazie che mi dai ragione, un vero sollievo vedere qualcuno con la testa sulle spalle come me 😉

  4. Dani ha detto:

    … e non dimentichiamoci gli animali! pochi giorni fa ho visto al TG l’uccisione – a bastonate- delle foche per salvaguardare la loro pelliccia…. no comment!!!! e pensare che al gatto o al cane di casa mettiamo anche il cappotto firmato!! le foche sono per caso animali di seconda categoria???? NO! sono in via d’estinzione…. e io sono abbastanza arrabbiata!
    per non parlare dei delfini….

  5. Luca Lodi ha detto:

    concordo tà 🙂

  6. Innovator ha detto:

    Viva gli animali, in galera cacciatori, vivisettori e pessime categorie simili.
    Riguardo alle proposte sul lavoro della sinistra, sbagli a fidarti, sono fumo negli occhi per ingannare chi è in diffcoltà. Te lo dico da uomo da anni nell’ambito del commercio, la flessibilità è inevitabile anche se vanno inseriti gli ammortizzatori sociali, quelle della Cgil sono favole. Se si continua a favorire gli stranieri nell’assegnare i lavori ci troveremo sempre più disoccupati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...