Soldi in tasca… allo Stato!

A partire dal 1 febbraio 2005, l’imposta di bollo trimestrale applicata per legge sul conto corrente è passata da 6,39 euro a 8,55 euro. Tale addebito è imposto dallo Stato mediante Decreto Legge del 31/01/05 ed applicato dalle Banche a tutti i conti correnti (naturalmente la cosa è passata senza che se ne sapesse nulla, o forse sarebbe più corretto dire “nella generale indifferenza”, occupati come siamo a seguire partite di calcio e/o gossip, grandi fratelli, fattorie, isole, ed altri programmi intellettuali vari). Considerando almeno 30.000.000 di conti correnti in Italia (1 per ciascun lavoratore), ogni mese lo Stato incassa con i bolli 21.900.000 euro in più, oltre 262 milioni di euro all’anno pari ad oltre 500 miliardi di vecchie lire.

Questa cifra va dritta dai nostri conti alle casse statali e il nostro Silvio (alias Zio Paperone) si ciondola in Tv parlando di più soldi nelle tasche degli Italiani,”grazie finalmente al controllo delle spese dello Stato necessarie per far fronte alla riduzione delle Tasse“.
Si prega di girare questa informazione a tutti coloro che conosciamo, casomai qualcuno di loro credesse ancora a Babbo Natale
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Curiosità. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Soldi in tasca… allo Stato!

  1. Johnny ha detto:

    si, anche se nelle casse dello Stato ci mangiano un po tutti non solo il tuo amico Silvio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...